Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 13 gennaio 2015

Minestra di riso e scarola

Le minestre sono per me un cibo di conforto. Nulla di meglio che tornare a casa, una fredda sera d'inverno, e trovarne in tavola una fondina fumante. Questa è davvero buona. L'avevo pubblicata nel 2006, ma la riporto in auge anche perché, nel frattempo, Blogger si è mangiato la foto dell'epoca.

MINESTRA DI RISO E SCAROLA

Ingredienti per 4 persone
1 grosso cespo di scarola (liscia o riccia, va bene uguale)
olio extravergine di oliva
150 g di pancetta dolce
1 cipolla (ieri sera ho messo un porro)
1 gambo di sedano
1 spicchio d’aglio, tritato finemente
sale grosso
160 g di riso per minestre
Lavare molto bene la scarola. In una pentola mettere acqua e un po' di sale grosso, ½ cipolla, ½ gambo di sedano; quando l'acqua arriverà a bollore aggiungere le foglie più grosse e dure della scarola. Lasciare cuocere per un quarto d’ora. In una pentola di coccio versare un poco di olio extravergine di oliva, la restante mezza cipolla, finemente tritata, lo spicchio d’aglio e il resto del sedano, pure lui tritato fine. Lasciar appassire; aggiungere la pancetta a dadini, rosolarla bene quindi unire il resto della scarola, tagliata a strisce. Dopo che tutto sarà insaporito, versarci sopra il brodo fatto con le verdure, debitamente filtrato. Cuocere un quarto d’ora; gettare il riso e portare a cottura. Completare con un giro d’olio, una macinata di pepe e, volendo, del parmigiano grattugiato.
Come variante si può aggiungere una patata, da schiacciare quando cotta, e un po' di pomodoro.

10 commenti:

  1. Buonissima!! La scarola mi piace molto, al marito invece no purtroppo quindi la cucino poco!! Però mi segno la ricetta per qualche serata solitaria, lavorare su turni ha i suoi vantaggi!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. Secondo me blogger si è mangiato la foto perché ha un aspetto molto buono. Una zuppa semplice e invernale, da fare e rifare.
    V.

    RispondiElimina
  3. Minestra saporitissima,la proverò.

    RispondiElimina
  4. mi piacciono le minestre,proverò questa tua , mi attira molto ! Un bacione

    RispondiElimina
  5. ciao carissima, questa minestra è davvero confort, mi piace molto la scarola e domani la compro...baci

    RispondiElimina
  6. una minestra di riso molto interessante e con un buon rapporto qualità prezzo del piatto

    RispondiElimina
  7. che gustosa mi piace quel sapore un po amarognolo della scarola con gli altri ingredienti

    RispondiElimina
  8. La conosco questa minestra!
    Mia mamma la cucinava sempre quando ero piccina e io ne andavo così golosa...,
    E' uno dei quei piatti che mi è rimasto nel cuore, a tal punto che la replico molto spesso durante la stagione fredda.

    Mi fa piacere dunque trovare questa ricetta anche qui da te!
    Buona giornata :)))

    RispondiElimina
  9. Eugenia mi vergogno da morire ma soltanto ieri il tuo biglietto di auguri è approdato nella mia buca delle lettere! Con enormissimo ritardo ti ringrazio di cuore e mi scuso per essere passata per una gran maleducata, quasi quasi vorrei citare le Poste italiane per danni. Un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti, di cuore.
    Dede, sai quando ho imbucato quei biglietti? Il 9, ripeto 9, di dicembre. Il bello e' che mi sono detta: "brava, quest'anno sei finalmente riuscita a spedirli con un giusto anticipo". A Como il biglietto e' arrivato la vigilia di Natale e a Firenze l'altro giorno... Cosa dire? Mi verrebbe voglia di prendere a calci, la' dove non batte il sole, chi lavora con cosi' poca voglia. E' una vergogna. Spesso mi chiedo se c'e' un disegno dietro tutta questa inefficienza; quando entro all'ufficio postale, qualunque sia l'orario e il numero di persone in attesa, so gia' che non ne usciro' prima di quaranta minuti.

    Ti abbraccio anch'io con tanto affetto.

    RispondiElimina