Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 30 settembre 2014

Due menu di settembre

Questo mese di settembre, per me, è stato davvero denso di impegni; non mi succede spesso di avere delle settimane fisicamente così  faticose (ho ormai un'età...) ma, del resto, i risultati  sono stati talmente soddisfacenti che posso dire ne valeva la pena. Nonostante tutto, non ho rinunciato a qualche pranzo domenicale in famiglia, riproponendo, in un caso, alcuni cavalli di battaglia e, nell'altro, un paio di piatti indiani. Senza volerlo fare di proposito, tutte le pietanze non contengono glutine (raccomando, se si è celiaci, di seguire scrupolosamente tutte le indicazioni che sono specificate sul sito dell'AIC) e mi auguro possano  essere considerate uno spunto da chi ha questo tipo di problematiche.  Le tartellette, in verità, risentono della mancanza di farina normale (a mio parere, sono un po' troppo friabili), ma il ripieno gustoso aiuta a non farci troppo caso. Il pudim flan, di cui metterò presto la ricetta, non è altro che la versione portoghese della crème caramel, solo più ricca di uova e con un leggero sentore di cannella. La consistenza è divina, ma consiglio di prenderlo in piccole dosi perché è micidiale per la dieta. Il pranzo in stile indiano mi ha portato a conoscere questo modo fantastico di cucinare il pollo con il riso; il piatto richiede un po' di lavoro, ma si può preparare la sera prima e rifinirlo in forno il giorno dopo. La ricetta del kulfi di prugne la devo un po' rielaborare perché, seguendo scrupolosamente le dosi della ricetta originale, ho trovato il dessert un po' troppo dolce, anche se bilanciato dall'acidità della purea di frutta.

Menu di Domenica 7 settembre 2014 (6 persone)

TARTELLETTE ALLA CIPOLLA, FORMAGGIO DI CAPRA E TIMO 
(da una ricetta di Delia Smith, rimaneggiata in versione gluten-free)


Ingredienti per 12 tartellette 

Per la pasta: 
155 Mix-It Sharr + 20 g farina di riso + 1 cucchiaino scarso di xanthan gum)
un pizzico di sale
75 g di burro + un extra per ungere gli stampi
20 g di Parmigiano Reggiano, grattugiato
1/2 cucchiaino di senape in polvere Colman's
un buon pizzico di pepe di Caienna
acqua gelata q.b.
1 uovo, leggermente battuto

Per il ripieno:
2 grosse cipolle rosse di Tropea, affettate a 2 mm di spessore
un filo di olio extravergine
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaio di aceto balsamico
1 cilindretto di bûche de chèvre
12 rametti di timo fresco, di piccole dimensioni
25 g di burro 
1 uovo
100 g di yogurt greco
1/2 cucchiaino di senape in polvere Colman's
sale
pepe di mulinello
un pizzico di pepe di Caienna

Preparare la pasta setacciando in una ciotola le farine con il sale, la gomma xantano, la senape, il pepe di Caienna. Aggiungere il Parmigiano, poi il burro, ben freddo, a dadini. Lavorare con la punta delle dita fino a formare un composto bricioloso. Unire qualche cucchiaio d'acqua gelata e, impastando brevemente, ottenere un panetto liscio che non si attacca alle pareti della ciotola. Mettere la pasta in un sacchetto per alimenti e farla riposare in frigo per 30 minuti. Nel frattempo, pelare le cipolle, affettarle sottilmente e farle stufare nel burro, a fiamma moderata, per circa 15'; aggiungere lo zucchero e l'aceto e lasciare sul fuoco ancora 5 minuti, mescolando spesso, fino a quando diventeranno  ben asciutte. Lasciarle raffreddare. Togliere la pasta dal frigo e stenderla, su un piano infarinato, in una sfoglia sottile. Con un coppapasta dai bordi dentellati, ritagliare 12 cerchi di diametro 8 cm (i miei stampi - per Yorkshire pudding, ossia meno profondi di quelli per muffin - hanno un diametro di 6 centimetri). Imburrare ogni impronta e disporvi i cerchietti. Bucherellarne il fondo con una forchetta e pennellare l'interno con l'uovo battuto. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10 minuti. Estrarre gli stampi e lasciar intiepidire i gusci. Nel frattempo, battere l'uovo (unire anche quello avanzato dalla spennellatura) con lo yogurt greco e la senape; condire con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Versare il preparato in una caraffina. Disporre sul fondo delle tartellette un po' di cipolla; versare la crema e decorare la sommità di ogni tartelletta con una rondella di bûche de chèvre e un rametto di timo fresco. Completare con un pizzico di pepe di Caienna. Cuocere in forno caldo per 20 minuti o fino a quando le tartellette appariranno gonfie e dorate. 

Annota bene:queste tartellette, a differenza di quelle preparate con farina normale, contenente glutine, sono molto fragili di consistenza ma gradevolmente friabili.

POLPETTONE RIPIENO DI SPINACI E PISELLI 
(da una ricetta, da me modificata, di Maria Rosario Lazzati) 
Ingredienti per 6 persone
3 fette di pancarré senza glutine
100 ml circa di latte fresco 
600 g di carne trita di vitello 
2 uova, leggermente sbattute 
sale, pepe, noce moscata 
100 g di piselli freschi o surgelati 
250 g di spinaci freschi 
100 g di prosciutto cotto 
4 cucchiai di parmigiano grattugiato 
100 g di caprino fresco morbido 
2 cucchiai di olio extravergine 
1 bicchiere di vino bianco secco 
un ciuffo di rosmarino 
Provare della crosta le fette di pane e metterle ad ammollare in un po' di latte per 10 minuti.  Trascorsdo questo tempo, strizzare bene il pane tra le mani e metterlo in una ciotola capiente; aggiungere la carne tritata e amalgamare bene, possibilmente con le mani. Unire le uova, leggermente sbattute, sale e pepe, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto. Lavare gli spinaci, eliminare i gambi e farli saltare, senza grassi, in una padella antiaderente, fino a quando saranno bene asciutti. Regolare di sale.Disporli su un tagliere e tritarli sottili con un coltello da cucina. Versare gli spinaci in una ciotola.Scottare, in acqua bollente leggermente salata, i piselli (3 minuti se surgelati, 10 minuti se freschi). Scolarli e aggiungerli agli spinaci.Unire 2 cucchiai di parmigiano e una grattata di noce moscata. Assaggiare e regolare di sale e di pepe. Preriscaldare il forno a 180°C. Prendere un foglio rettangolare di carta forno, ungerlo leggermente con l'olio, stendervi il composto di carne formando un rettangolo. Coprire la carne con le fette di prosciutto, distribuirvi gli spinaci e i piselli con la forchetta, lasciando libero un bordo di 2 cm. Cospargere con i rimanenti 2 cucchiai di parmigiano grattugiato e il caprino a fiocchetti. Con l'aiuto della carta forno, arrotolare la carne su se stessa fino a formare un rotolo. Avvolgere il rotolo nella carta forno e chiudere i bordi a caramella. Dare qualche giro di spago, poi mettere il rotolo in frigo, a compattarsi, per almeno un'ora. Trasferirlo poi in una casseruola ovale che lo contenga a misura. Unire 2 cucchiai di olio evo, il vino bianco e 1/2 bicchiere abbondante di acqua calda. Portare a bollore sul fornello, poi trasferire la casseruola nel forno caldo e cuocere per 50'. A metà cottura, aggiungere il ciuffo di rosmarino. Sfornare e lasciar riposare per 5 minuti, poi togliere l'involucro di carta e affettare il polpettone. E' buono sia caldo che freddo.

PATATE ARROSTO




Menu di Domenica 28 Settembre 2014 (6 persone)
Green Chicken Biryani
Raita di pomodori e cetriolo
Kulfi di prugne

GREEN CHICKEN BIRYANI
 RAITA DI POMODORI E CETRIOLO
Ingredienti per una piccola ciotola
2 pomodori, 1 cetriolo olandese, 1/2 cucchiaino di sale fino, 1 vasetto di yogurt naturale, qualche foglia di menta, un pizzico di cumino in polvere.

Lavare ed asciugare i pomodori; sbucciare il cetriolo. Tagliare i pomodori a dadini e metterli in un colino, cospargendoli con il sale. Lasciarli a perdere acqua per 20 minuti, poi strizzarli delicatamente e metterli in una ciotola. Tagliare il cetriolo per la lunghezza, eliminando i semi. Ridurlo in picoli dadini. Mescolare le verdure con lo yogurt, la menta tritata e un pizzico di cumino. Servire ben freddo.

KULFI DI PRUGNE


6 commenti:

  1. complimenti due splendidi menu !!!!

    RispondiElimina
  2. intanto, bisogna che mi salvi questi due menù e che provi a rifarli, poi carissima che dirti? sei sempre eccezionale, altro che età e d età!
    A rileggerci tra sorrisi e ricette <3

    RispondiElimina
  3. due menù da leccarsi i baffi ma sono particolarmente attratta dalle tartellette ! Buona settimana, un bacione

    RispondiElimina
  4. Complimenti,due ottime ricette.Lisa

    RispondiElimina
  5. tutte ricette molto invitanti e presto

    RispondiElimina
  6. Grazie, grazie, grazie. Sono sempre di corsa, ma vi penso con affetto. Un abbraccio a tutti.

    RispondiElimina