Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 8 maggio 2014

Zuppa di finocchi

Mi rendo conto di essere sempre un po' in ritardo sulla tabella di marcia di pubblicazione delle ricette, ma mi succede spesso di distrarmi e alcune preparazioni rimangono in sospeso. Ormai la stagione dei finocchi e delle zuppe sta per tramontare, ma credo valga la pena di proporre questo passato dal delicato sapore e dal confortante calore.  Ho fatto un esperimento, usando per il "brodo" un mix di latte vaccino, latte di riso e acqua. Penso che, a tempo debito, sostituirò completamente il latte vaccino con quello di riso, per avere un piatto senza glutine e senza lattosio (ovviamente i crostini al parmigiano dovranno essere rimpiazzati con qualcosa d'altro).
ZUPPA DI FINOCCHI 

Ingredienti per 4 piccole porzioni

Per la zuppa
100 g di bianco di porro, tritato
1 cucchiaio di olio extravergine
2 grossi finocchi (peso, al netto degli scarti, 500g), tagliati in fette sottili
2 cucchiai colmi di farina di riso
350 ml di latte parzialmente scremato
150 ml di latte di riso
300 ml di acqua
sale

Per la guarnizione
pane raffermo, a dadini
una noce di burro
poco parmigiano grattugiato

Brasare, in un filo d'olio, il porro. Aggiungere i finocchi, facendoli appassire dolcemente per 2 o 3 minuti. Cospargerli con la farina di riso e, dopo averla fatta assorbire, bagnare con i liquidi, versati poco alla volta. Mescolare con un cucchiaio di legno. Cuocere, parzialmente coperto, per circa 25 minuti. Passare tutto al frullatore e, volendo una struttura vellutata, anche  allo  chinois.
Sciogliere il burro in una padellina antiaderente. Unire il pane a dadini, facendolo colorire velocemente. Rotolare il pane nel formaggio grattugiato, disponendolo poi in una ciotola dalla quale si serviranno i commensali. Guarnire i piatti con le barbine dei finocchi.

4 commenti:

  1. Mi piace sperimentare sempre nuove combinazioni di minestra ;)

    RispondiElimina
  2. Adoro le zuppe!
    Trovi il latte di riso che non sia dolce, troppo dolce intendo? Magari è gusto mio, ma non riesco a trovarlo che non sia dolce.
    Per i crostini, se vuoi restare sul croccante o fai del pane senza glutine tu o lo compri e lo dori, lo grigli come più ti piaci, oppure se vuoi del croccante io metterei nocciole tritate grossolanamente.
    Ottima e messa nella wish list :-D
    Buona serata col sorriso :-D

    RispondiElimina
  3. In effetti, il pane che ho usato l'avevo fatto io con una farina senza glutine che compro al super, della Shar, il mix it. Lo preparo spesso e non lo trovo malvagio. Sul latte di riso, ti diro' che ne acquisto (saltuariamente) un tipo che non mi sembra troppo dolce. Si chiama Bevoriso Bio.Purtroppo devo stare alla larga dalle nocciole, dalle arachidi e dalle noci perche' ho una certa reattivita'. Posso mangiarne senza che succeda niente, ma a volte mi basta ingerirne solo una piccola per scatenare una reazione allergica importante.
    Un abbraccio, carissima, e grazie per i tuoi consigli sempre perfetti.

    RispondiElimina