Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 22 maggio 2014

Mini socca façon pissaladière

L'ispirazione l'ho presa dal numero 1, quello di maggio, della rivista di Jamie Oliver - JAMIE, cucina facile e divertente - ora pubblicata anche in lingua italiana. Idea geniale, secondo me, perché la socca, tradizionale cibo da strada del sud della Francia e parente stretta della nostra farinata di ceci, richiede una cottura in forno molto caldo e, se si sbaglia lo spessore, non si ottengono buoni risultati. Cuocendola in padella, in piccole porzioni come fosse un pancake, il problema è risolto e consistenza e sapore sono ottimi. Queste focaccine senza glutine, poi, si possono farcire con gli ingredienti preferiti; in questo caso la guarnizione si rifà alla pissaladière, altro punto forte della cucina della Costa Azzurra.

MINI SOCCA façon pissaladière 


Ingredienti per 22 mini-socca, diametro 7 cm circa
125 g di farina di ceci
290 ml di acqua
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
poco olio per ungere la padella
3 cucchiai di rosmarino fresco, tritato

Per la guarnizione
4 cipolle (bionde o rosse), affettate finemente
1 cucchiaio (ma anche 2) di olio extravergine
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaino di aceto balsamico
sale
qualche fogliolina di timo
abbondante pepe nero, appena macinato
olive taggiasche
1 vasetto di filetti di acciuga 

Setacciare in una ciotola la farina di ceci. Versarci sopra l'olio, un buon pizzico di sale e l'acqua. Mescolare fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. Per sicurezza, l'ho frullata con il Bamix per un minuto. Farla riposare una mezz'ora, poi aggiungere il rosmarino tritato, mescolando bene. 
Nel frattempo,  far stufare in un tegame le cipolle con l'olio. Cuocerle per circa mezz'ora, a fiamma molto debole. Verso la fine, quando saranno morbide e ben asciutte, aggiungere lo zucchero di canna e l'aceto balsamico, lasciandole ancora sul fuoco il tempo sufficiente per farle leggermente caramellare. Profumarle con le foglioline di timo. 
Prendere una padella antiaderente e ungerla appena d'olio, aiutandosi con un pezzetto di carta da cucina. Quando sarà rovente, farci cadere dentro dei mestolini di pastella, in modo da formare dei piccoli cerchietti. Appena si formeranno delle bolle in superficie, girarli, e farli cuocere anche dall'altra parte. Indicativamente, occorreranno un paio di minuti per lato.
Adesso non vi resta che disporli su un piatto, possibilmente riscaldato, guarnendo con la cipolla calda, le olive e i filetti di acciuga.

Annota bene: le mini socca si possono preparare anche il giorno prima, conservandole in frigo ben disposte su un vassoio, separando ogni strato con dei fogli di carta forno.  Credo reggano bene anche il congelamento, ma non ho mai provato.
Al momento di offrirle ai vostri ospiti, distribuitele sulla griglia del forno, condendole con le cipolle, le acciughe e le olive. Scaldatele in forno caldo per pochi minuti e servitele immediatamente.


6 commenti:

  1. Le tue ricette mi piacciono.
    Ho fatto le samosas,con qualche piccola variante, e sono piaciute a tutta la famiglia.
    Grazie di cuore,un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Le hai fatte davvero, come sono contenta!
    Vero che sono buone? Grazie della fiducia.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ma che belle!! La cottura in padella è fantastica, è vero, risolve un sacco di problemi!!
    Idea bellissima, brava!!

    RispondiElimina
  4. Grazie, Silvia. Queste focaccine sono state una bella sorpresa; sono piaciute a tutti e sto gia' pensando ad altre farciture, tipo feta, rucola e pomodorini o peperoni, acciughe e capperi. YUMMY!

    RispondiElimina
  5. è decisamente una bella idea perchè la pissaladeire a volte è eccessiva uni con la base della socca, mi piace mica poco

    RispondiElimina
  6. Grazie, Gunther. In effetti, l'idea e' davvero intelligente.

    RispondiElimina