Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 11 aprile 2014

Shirataki di konjac con i gamberi

Gli shirataki di konjac sono una mia recente scoperta; visti sullo scaffale del supermercato e letto che contengono pochissime calorie, li ho messi immediatamente nel carrello della spesa. Gli shirataki (leggo su wikipedia) sono un tipo di spaghetti ricavati dalla radice del konjac, pianta nativa della zona subtropicale temperata asiatica. Hanno un basso contenuto di carboidrati e di calorie e sono particolarmente indicati nella dieta di Dukan e in tutte le diete basate su un apporto limitato di carboidrati; sono pertanto adatti all'alimentazione dei diabetici. Sono composti per la maggior parte da acqua e glucomannano . Il termine "shirataki", che descrive l'aspetto degli spaghetti, significa "cascata bianca". Non la trovate una bellissima definizione? Al di là delle possibili virtù dietetiche, li ho trovati di una bella consistenza e siccome il sapore è piuttosto neutro, per non dire nullo, basta vivacizzarli con qualche condimento in stile asiatico per tirarne fuori un piatto mica male.

SHIRATAKI DI KONJAC CON I GAMBERI
Ingredienti per 2 persone
3 snelli cipollotti, tagliati a julienne con parte del gambo verde
1 spicchio d'aglio novello, grattugiato
1 cucchiaio di zenzero grattugiato
1 peperoncino rosso dolce, tagliato a julienne
1 piccolo broccolo
300 g di code di gambero
1/2 lime, solo la scorza grattugiata
1 ciuffo di coriandolo, tritato
sale
1 cucchiaiata di salsa di soia
uno spruzzo di salsa d'ostriche (facoltativo)
olio d'oliva
1 confezione di spaghetti di konjak (200 g peso sgocciolato)


Innanzitutto dividere il broccolo in cimette; il torsolo si potrà conservare per aggiungerlo a una minestra. Lavare la verdura molto bene, poi scottarla in acqua bollente salata per 5 minuti. Scolarla, passarla in acqua e ghiaccio per fissarne il colore. Scolarla di nuovo e tenerla da parte. Pulire i gamberi, privandoli del guscio e del filo intestinale. Sciacquarli sotto acqua corrente, tamponandoli con della carta da cucina. Togliere gli spaghetti di konjac dalla confezione, metterli in un colino e risciacquarli brevemente. Scaldare un filo d'olio nel wok; mettere lo zenzero e l'aglio grattugiati e lasciarli sul fuoco 30''; aggiungere i cipollotti e il peperoncino a julienne, facendoli saltare un minuto. Unire i gamberi e, appena cambiano colore, le cime dei broccoletti. Dopo qualche secondo, mettere nel wok gli spaghetti di konjac e far saltare tutto per un minuto, condendo con la soia e la salsa d'ostriche. Decorare con un po' di coriandolo tritato. Servire immediatamente, nei piatti fondi riscaldati.

6 commenti:

  1. non li ho mai mangiati ma guardando le tue foto mi piacerebbe ....Buon we Eu, un bacione

    RispondiElimina
  2. Li compro all'esselunga. Per un periodo non li hanno più avuti in assortimento (c'era solo il riso di konjac, ma quello non mi ispirava) e sono andata in crisi perché ci piacciono molto, sono senza glutine e non devi nemmeno cuocerli, basta risciacquarli bene. Adesso che sono tornati, ne ho fatto un po' di scorta :)
    Buon week end, carissima.

    RispondiElimina
  3. Non li ho mai assaggiati, ma credo li cercherò perchè questo piatto mi ispira tantissimo!! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cosa bella e' che ti sembra di mangiare dei noodles normali senza ritrovarti le loro calorie.

      Elimina
  4. ma che interessante, vedrò se si trovano questi shirataki!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isolina, al super li tengono nello scaffale dedicato alla cucina etnica, insieme a tutti i prodotti cinesi e giapponesi. Vale la pena di fare una prova; sono sicura che combinati con i tuoi prodotti dell'orto otterrai un piatto buonissimo! Un abbraccio

      Elimina