Il contenuto di questo sito può essere riprodotto solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 2 febbraio 2021

Fileja al sugo di cavolfiore e salsiccia

Ormai, in famiglia, siamo diventati fan di Pasquale Sciarappa, il simpatico cuoco italo-americano di cui ho parlato diffusamente in questo post. L'altro giorno l'abbiamo seguito su YouTube mentre preparava questa pasta che ci è immediatamente apparsa appetitosa, impressione che si è confermata al momento dell'assaggio. Il sugo si avvantaggerebbe della presenza della salsiccia piccante ma a mio marito non piace quella che è in vendita dalle nostre parti perché contiene anche semi di finocchio; davanti a questa fobia ho dovuto sterzare su quella senza aromi, rendendola più stuzzicante con l'aggiunta di un generoso pizzico di pepe di Caienna. Come pasta ho scelto un formato che per me rappresenta qualcosa di esotico, non avendolo mai testato prima: i fileja calabresi, una pasta tipica di Vibo Valentia realizzata con farina di grano duro e acqua. Li ho trovati squisiti e penso di utilizzarli presto con altri sughi. 

FILEJA AL SUGO DI CAVOLFIORE E SALSICCIA

Ingredienti per 2 persone
130 g di pasta secca,  formato  fileja calabrese
1 piccolo cavolfiore (500 g circa)
200 g di salsiccia a nastro (o salsiccia piccante)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio d'aglio
due dita di vino bianco secco
sale
pepe di Caienna
pecorino romano,  grattugiato
prezzemolo tritato

Procedimento
Mondare il cavolfiore, utilizzando solo le cimette. Scottarle per 10 minuti in abbondante acqua bollente salata. Scolale con un ramaiolo e tenerle da parte. Conservare l'acqua di cottura, che servirà per lessare la pasta.  In un largo tegame, scaldare l'olio con lo spicchio d'aglio; unire la salsiccia, privata della pelle e tagliata in piccoli rocchetti. Farla dorare per circa 5 minuti; sfumare con il vino bianco e, quando questo sarà evaporato, eliminare l'aglio e unire le cimette di cavolfiore e un buon pizzico di pepe di Caienna. Saltare a fuoco allegro per qualche minuto, facendo insaporire il tutto. Assaggiare e sistemare di sale, se occorre. Lessare la pasta per il tempo indicato sulla confezione (in genere, occorrono 15 minuti). Scolarla e farla saltare brevemente nel condimento. Completare con una spolverata di pecorino grattugiato e un po' di prezzemolo tritato.








6 commenti:

  1. Ho anch'io un pacco di fileja in dispensa :-) Farei volentieri il tuo condimento, ma non riesco a trovare salsiccia di qualità, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse potresti sostituirla con della pancetta tesa, tagliata in cubi un po' grissini. Noi qui, per fortuna, abbiamo un'azienda che ne produce di discreta qualità.

      Elimina
    2. grissini=grossini.
      Ah! le malefatte del correttore automatico!

      Elimina
    3. Sai che ti dico? Ho dello speck. L'affumicato si addice al cavolfiore.

      Elimina
  2. Un esotico a noi più vicino di quello che sembra un ottimo piatto, a volte ae anche divertente re inventare le ricette con ingredienti che sono per noi più facile da trovare o per il nostro gusto

    RispondiElimina
  3. Davvero, Carmine. Se uno ha la mente aperta scopre tantissime ghiottonerie che, tra l'altro, portano varietà sulla tavola.

    RispondiElimina