Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 6 settembre 2016

Vellutata di pomodoro con cubetti di feta

In questo periodo dell'anno i pomodori sono veramente al massimo del loro sapore e della loro dolcezza. Una minestra che a noi in famiglia piace molto e' proprio quella di pomodori, che gustiamo sia fredda, quando le serate sono particolarmente afose, che calda, cambiando le guarnizioni che possono essere le più diverse: dai crostini di pane insaporiti nel grana a un ciuffo di burrata o a dei dadini di feta, che creano un bel contrasto dolce-salato. Nota per gli agricoltori da giardino come la sottoscritta: quest'estate le mie piante di pomodoro sono state invase da un orripilante insetto, dalla corazza dorata, che ha provocato molti danni, costringendomi a estirparne una buona parte (due su tre, eheheh…). A voi com'e' andato il raccolto?

VELLUTATA DI POMODORO CON CUBETTI DI FETA
Ingredienti per 4 persone 
800 g di pomodori perini, maturi al punto giusto
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
60 g di cipolla (1 piccola)
1 spicchio d'aglio
300 g di patate (2 medie)
400 ml di brodo vegetale
3 foglioline di basilico + un extra per decorare i piatti
qualche granello di sale grosso
3 cucchiai di panna fresca

100-150 g circa di formaggio feta
Lavare i pomodori; praticare su ognuno un taglio a croce sul fondo, poi gettarli in acqua bollente e lasciarveli per un paio di minuti. Quando la pelle comincerà a spaccarsi, estrarli con un ramaiolo e metterli a raffreddare nel lavello, colmo di acqua fredda. Spellarli; tagliarli a metà e privarli dei semi. Mondare la cipolla e tagliarla a dadini. Sbucciare lo spicchio d'aglio e affettarlo. Sbucciare anche le patate; lavarle e tagliare a pezzetti. Togliere la feta dalla confezione, passarla sotto un getto d'acqua per eliminare la salamoia in superficie. Asciugarla con della carta da cucina e tagliarla a cubetti. Tenerla in frigo fino al momento di servire la vellutata.
Mettere sul fornello una pentola e versarvi l'olio. Far appassire la cipolla nell'olio per qualche minuto, aggiungendo un pizzico di sale grosso che aiuterà a far uscire l'acqua di vegetazione e impedirà alla cipolla di bruciare. Unire lo spicchio d'aglio affettato e, dopo un minuto, le patate. Rosolare brevemente, poi aggiungere i pomodori e il basilico. Coprire con il brodo bollente; abbassare la fiamma; mettere il coperchio e cuocere per circa 25 minuti o fino a quando le patate saranno morbidissime. Eliminare il basilico e versare tutto nel frullatore. Frullare per qualche minuto, poi unire la panna e frullare di nuovo. Passare la vellutata al colino per un risultato perfetto (si elimineranno tutti i semi del pomodoro inevitabilmente rimasti). Correggere di sale e servire nei piatti fondi, guarnendo ogni piatto con qualche cubetto di feta e foglie fresche di basilico.
Annota bene: se i pomodori sono ben maturi e di stagione, la vellutata avrà un sapore dolce e rotondo. Se, tuttavia, dovreste riscontrare una punta di acidità nonostante l'aggiunta della panna, correggete con un pizzico di zucchero.

7 commenti:

  1. Che bel colore, la feta ci sta benissimo.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. che bella idea una vellutata di pomodoro, invece di una zuppa più dolce e cremosa al palato, la feta si abbina molto bene con il pomodoro

    RispondiElimina
  3. pomodoro e feta stanno benissimo insieme !

    RispondiElimina
  4. ...cream of tomato soup: stano che, in un paese (UK) in cui di pomodori buoni pochissimo si vede, il passato di pomodoro sia una delle zuppe più famose. Io la faccio nella pentola a pressione, perchè trovo che le alte temperature contribuiscano a creare un sapore più rotondo + inoltre per eliminare qualsivoglia acidità del pomodoro: io adotto trucco imparato dai maestri pizzaioli: una puntina di maizena, che abbassa il PH dei pomodori (fonte: http://www.gennarino.org/forum/viewtopic.php?f=15&t=18977) ((trucco adottato da tempo e funziona)) . s

    RispondiElimina
  5. Un ottima preparazione, tanti consigli utili come aggiungere dello zucchero se troppo acida

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti. Ho notato anch'io questa cosa: nella patria dei pomodori, questa zuppa è semi-sconosciuta mentre va fortissimo nei paese nordici (vista sui menu di ristoranti svedesi, inglesi e svizzeri). Uno dei tanti misteri. Pensare che è così buona! Mi incuriosisce l'uso della maizena come correttore di acidità; mi sa che la prossima volta sperimento.Grazie!

    RispondiElimina