Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 22 settembre 2016

Risotto all'estratto di pomodoro con stracciatella di bufala

Da più di un anno ho l'estrattore di succhi, preso con una raccolta punti del supermercato. Come spesso succede, dopo un primo periodo di utilizzo intensivo, l'apparecchio ha cominciato a cadere nell'oblio, salvo risvegliarsi quando dovevo usarlo per ottenere un succo di lamponi privo di semi, buono per fare una certa gelatina che metto sopra a un dolce. Quest'estate ho riscoperto la sua utilità per fare il gazpacho andaluso ed ho pensato anche a questo modo di fare il classico risotto al pomodoro, utilizzando, anziché un brodo vegetale, il succo estratto dai pomodori perini, appena allungato con un po' d'acqua. Che dire? A noi e' piaciuto molto, ma se non avete l'estrattore e volete provarci lo stesso, basterà frullare i pomodori e passarli poi al setaccio.

RISOTTO ALL'ESTRATTO DI POMODORO 
con stracciatella di bufala
Ingredienti per 2 persone

650 g di pomodori perini
2 piccoli cipollotti, lavati e asciugati
30 g di burro
un filo di olio extravergine
sale grosso
160 g di riso per risotti
1 cucchiaio ben colmo di parmigiano reggiano grattugiato
stracciatella di bufala q.b.
foglie di basilico
200 ml circa di acqua bollente

Lavare con cura i pomodori; dividerli a metà e passarli all'estrattore, raccogliendo lo scarto e ripassandolo un paio di volte nella macchina, per estrarre quanto più succo possibile. Se ne ricaveranno circa 520 ml. Versare l'estratto in un piccolo tegame, aggiungendo uno dei cipollotti, una foglia di basilico e un po' di sale grosso. Portare lentamente a leggero bollore. In un'altra casseruola, far sciogliere 15 g di burro con un filo d'olio. Unire l'altro cipollotto, utilizzando solo la parte bianca tritata finemente. Far insaporire per 2 minuti, quindi aggiungere il riso e farlo tostare per 2 minuti, girandolo in continuazione. Unire un paio di mestoli di pomodoro bollente, mescolando fino ad assorbimento. Continuare ad aggiungere il pomodoro bollente e quando questo sarà terminato, proseguire con due decilitri di acqua bollente, legermente salata. Il riso Rosa Marchetti sarà pronto dopo 14 minuti circa di cottura. Spegnere il fuoco e mantecare con i restanti 15 g di burro, freddissimo, e il parmigiano. Regolare di sale e versare nei piatti, decorando con qualche ciuffo di stracciatella di bufala e una foglia di basilico.

6 commenti:

  1. !!... anche io lo faccio così ogni tanto, usando appunto il succo di pomodoro ottenuto dalla centrifuga + mozzarella di bufala alla fine (qui la stracciatella c'è da poco tempo) / a volte aggiungo anche dadolata di pomodoro crudo proprio alla fine (da poco ho anche scoperto abbinamento pomodoro & dragoncello, al posto del basilico).

    RispondiElimina
  2. Quella stracciatella di bufala deve essere una delizia!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. uhhh il Rosa Marchetti, io qui ad Asti non riesco a trovarlo. bellissima ricetta :-)
    Mariangela

    RispondiElimina
  4. Sai che non ho mai fatto il risotto con il pomodoro? Questo risotto piacerà sicuramente a mio marito. La stracciatella per me non è un problema, vivo nel paese delle mozzarelle e della pasta filata prodotta giornalmente. Grazie. Un abbraccio. Stefania
    Tra monti, mari e gravine

    RispondiElimina
  5. Come non apprezzare un bel piatto cosi, brava

    RispondiElimina
  6. Da quanto non passavo da te! Il tempo è sempre così tiranno. Dopo essermi deliziata con questo delizioso risotto (che è proprio nelle mie corde), mi metto in pari e gusto i tuoi manicaretti.
    Un abbraccio,
    MG

    RispondiElimina