Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 14 dicembre 2015

Domenica 13 dicembre 2015. ll pranzo del solstizio d'inverno, di santa Lucia e di un compleanno

E' bello progettare il pranzo della domenica per la mia famiglia perché  faccio tutto senza stress, senza la paura che qualcosa riesca male e possa rimediare una  brutta figura con gli ospiti. Grazie a questa rilassatezza, mi sembra che anche ieri i piatti siano venuti tutti come dovevano venire, ossia buoni (scusate la modestia). E' stata una giornata veramente brevissima, degna del solstizio d'inverno;  abbiamo cercato di illuminarla con molte risate e la presenza splendente della nostra Bea, che cresce una meraviglia e comincia ad apprezzare le prime pappe. Inoltre, c'era da celebrare con un po' di ritardo un compleanno: il dolce, molto semplicemente, era una torta di mele, la preferita  dal festeggiato.

Come da prassi, abbiamo inziato con un ricco aperitivo a base di Pimm's Cup e vari stuzzichini.
Niente primo, siamo passati direttamente al secondo, un arrosto di carré di vitello disossato con contorno di patatine. 
Torta di mele di Hugh.
Frutta fresca e frutta secca.
Caffè.
Come vino, uno spumante Franciacorta, Monte Rossa Prima Cuvée, portato dal festeggiato.

Annota bene: i samosa li avevo in freezer, già pronti da cuocere. Gli sgonfiotti li ho preparati la sera prima, tenendoli crudi in frigo fino all'indomani quando, belli algidi, sono stati messi in forno prima di cuocere l'arrosto. Anche la crema inglese l'ho preparata la sera prima, così come la torta, che ho intiepidito  nel forno ormai spento mentre stavamo gustando l'arrosto.



a cui ho aggiunto anche fettine d'arancia ma niente menta

 Guacamole con triangoli al mais




                                                                Arrosto di carrè di vitello disossato

A differenza della ricetta indicata nel link, ho sbianchito le patate in acqua bollente salata acidulata con un cucchiaio di aceto di mele, facendole cuocere per 5 minuti dalla ripresa del bollore. Una volta pronte e scolate, le ho fatte saltare nel wok con pochissimo olio evo molto caldo, saltandole un paio di minuti. Messe in teglia rivestita di carta forno, bagnata e strizzata, e cosparse leggermente con pangrattato di riso. Cotte a 200°C per una quarantina di minuti.

 Crema inglese e panna montata per arricchire la torta




5 commenti:

  1. Davvero un bel pranzo, degno bell'inizio delle festività. Complimenti!Ci credo che sei soddisfatta. Ciao
    Tra monti, mari e gravine

    RispondiElimina
  2. Complimenti Eugenia, i tuoi pranzi sono davvero spettacolari!!

    RispondiElimina
  3. Che bel pranzo, mamma mia che invidia!

    RispondiElimina
  4. auguri al festeggiato, splendido e rilassato pranzo, sei insuperabile nelle tue ricette collaudate !

    RispondiElimina
  5. Grazie, ragazze. Raccolgo con piacere i complimenti ma siete troppo generose. Smack!!!

    RispondiElimina