Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 2 dicembre 2013

Cherry brandy fudge

Il tempo corre velocemente e  quest'anno non voglio farmi cogliere impreparata dall'arrivo del Natale. Ho già messo in dispensa qualche conserva da regalare agli amici e sto sperimentando nuove ricette di biscotti e dolcetti. Questo fudge l'ho visto sull'ultimo numero di Good Food e siccome avevo tutti gli ingredienti a portata di mano (meno il latte evaporato, che ho trovato facilmente all'Esselunga), ho deciso di farlo. E' la prima volta che preparo il fudge con l'aiuto del termometro; molti anni fa avevo sperimentato una ricetta in cui occorreva il latte condensato e non ce n'era stato bisogno. Il risultato è stato soddisfacente e penso che, da questa base, si potranno ottenere molte varianti.
 CHERRY BRANDY FUDGE
ricetta di Annie Rigg 
da Good Food Magazine, dicembre 2013

Per circa 50 pezzi occorreranno


100 g di ciliegie disidratate
3 o 4 cucchiai di Cherry Brandy (io ho messo 2 cucchiai di brandy e 1 cucchiaio di kirsch)
1/2 baccello di vaniglia
450 g di zucchero semolato
50 g di golden syrup
2 cucchiai di glucosio liquido
170 ml di latte evaporato (in vendita nella grande distribuzione)
170 ml di latte fresco intero
50 g di burro
olio di semi per ungere lo stampo

Indispensabile l'uso del termometro digitale.
Ungere con olio di semi il fondo e i bordi di uno stampo quadrato da 18 cm. Farvi aderire un foglio di carta forno tagliato a misura. Mettere in un casseruolino le ciliegie, lo cherry brandy e la mezza stecca di vaniglia, tagliata in due longitudinalmente. Scaldare tutto per 3 minuti, a fuoco basso, senza far bollire. Togliere poi dal fuoco e lasciar raffreddare.
Preparare il fudge mettendo il resto degli ingredienti (compresa la mezza stecca di vaniglia) in una larga casseruola dal fondo pesante; mettere su fuoco moderato e far andare per sciogliere bene tutto. Inserire il termometro nel composto; alzare la fiamma e portare a bollore. Una volta raggiunta l'ebollizione, abbassare un po' la fiamma e cuocere, mescolando costantemente, fino a che il fondente arriva a 114°C. Togliere la casseruola dal fuoco e, per fermare la cottura, immergerne il fondo nel lavandino riempito con acqua gelata. Lasciare 20 secondi, poi trasferire su un piano. Togliere la vaniglia e far riposare per 3 minuti, senza toccare. Trascorso questo tempo, mescolare il fudge per 3 o 4 minuti, con l'ausilio di una spatola di silicone,  fino a quando non si addensa. Aggiungere le ciliegie sgocciolate, mescolare bene e versare tutto nello stampo preparato, livellando la superficie. Far raffreddare completamente, poi coprire con qualche giro di pellicola e lasciar riposare una notte, prima di tagliare in quadrati. 

Il fudge si conserva per 1 mese in una scatola a chiusura ermetica, separando gli strati con dei fogli di carta forno.

4 commenti:

  1. Questa ricetta mi incuriosisce molto ma dalle mie parti il supermercato che citi non c'è....spero di trovare ugualmente il latte evaporato.
    Ma tu vedi quante cose sto imparando......
    Un bacio,grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, forse in qualche drogheria ben fornita riesci a trovarlo senno' guarda in internet perche' ci sono tante ricette per fare il fudge con il latte condensato zuccherato. Con questa ricetta vengono delle caramelle molto buone, che mi ricordano le mou polacche. Ovviamente ti deve piacere il dolce, perche' questi prodotti sono veramente dolcissimi.
      Un bacione a te. A presto e grazie della visita.

      Elimina
  2. Non ho mai assaggiato in vita mia un fudge!! Però credo di essermi persa qualcosa di ottimo!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina