Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 19 settembre 2013

Petto d'anatra alle spezie cinesi con doppio contorno di ravanelli

Cucino con una certa regolarità, soprattutto d'inverno, il petto d'anatra laccato, un taglio di carne che consiglio vivamente a chi vuole fare bella figura durante una cena senza stare in cucina per ore, ma questo insolito contorno mi ha davvero conquistata. L'umile ravanello, scrive Barney Desmazery, food editor del mensile GoodFood e autore di questa ricetta, ha un aspetto seducente come i pomodorini ciliegia, è più croccante del cetriolo e richiede poco lavoro. Come mai, allora, è un vegetale tanto trascurato quando si tratta di imbastire un'insalata? Anch'io non me lo spiego.  Secondo Barney, i ravanelli sono favolosi in combinazione con il burro; ottimi saltati in padella o marinati come nella ricetta qui sotto; aggiungono una diversa consistenza a salse allo yogurt come la tzatziki o la raita, sostituendosi  al cetriolo grattugiato. Infine, ultimo ma non meno importante, il ravanello ha poche calorie, è ricco di fibre ed è una buona fonte di potassio, utile per regolare la pressione sanguigna. Fa parte della famiglia delle crucifere, fonte preziosa di composti anti-cancro chiamati glucosinolati. Le foglie non si gettano giammai, essendo ricche di calcio e di vitamina C. 
Vi consiglio, già che ci siete, di cucinare un petto d'anatra supplementare. In questo modo, avrete l'ingrediente principale per una bellissima insalata anglo-asiatica che ho già presentato nella versione con il carré d'agnello. Davvero stuzzicante!

PETTO D'ANATRA LACCATO ALLE SPEZIE CINESI 
CON DOPPIO CONTORNO DI RAVANELLI 
da una ricetta di Barney Desmazery 
Good Food Magazine,  giugno 2013


Ingredienti per 2 persone

1 petto d'anatra
1 cucchiaio di miele di acacia
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di vino di riso (io ho usato del sake)
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
1 cucchiaino di polvere di 5 spezie
sale, pepe

Per i ravanelli 
1 bel mazzetto di ravanelli
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
1 cucchiaio di salsa di soia
1/2 cucchiaio di zucchero di canna scuro
1/2 peperoncino rosso piccante, privato dei semi e tagliato a dadini

Per le foglie di ravanello
le foglie di un mazzetto di ravanelli + un ciuffo di spinaci novelli (mia aggiunta)
1 cucchiaio di olio
1 spicchio d'aglio novello, a fettine
1 cucchiaino di salsa si soia
1 cucchiaino di olio di sesamo
1 cucchiaio di semi di sesamo

Insalata di ravanelli. Affettare i ravanelli, ben lavati ed asciugati, in rondelle di 3 mm. di spessore. Metterli in un colino; cospargerli con 1 cucchiaio di zucchero e 1 cucchiaino di sale e lasciarli a fare acqua  per 30'. Trascorso questo tempo, strizzarli delicatamente in un foglio di carta da cucina; versarli in una ciotola  e condirli con la salsina preparata mescolando l'aceto, la salsa di soia, lo zucchero di canna scuro e il peperoncino.

Petto d'anatra al forno. Accendere il forno a 180°C.Mescolare il miele, la salsa di soia, il vino di riso e l'aceto bianco  in una ciotolina. Incidere la pelle del petto d'anatra con lunghi tagli trasversali, senza arrivare alla polpa sottostante, formando dei piccoli rombi. Condire con sale, una macinata di pepe e le 5 spezie. Scaldare una padella antiaderente e cuocervi il petto, la pelle rivolta verso il basso, per 5', finche' sara' ben dorata. Girare la carne e trasferirla in una teglia da forno, irrorandola con la salsetta preparata; cuocere per 15-20' (io 20), voltando il petto sul lato della pelle negli ultimi 5 minuti, per farlo ben dorare. Toglierlo dal forno e farlo riposare nella teglia per 5-10 minuti, prima di affettarlo in diagonale.

Foglie di ravanello in padella. Lavare con cura le foglie di ravanello e gli spinaci. Scaldare l'olio in un wok; aggiungere le foglie e l'aglio e farle saltare a fiamma alta per pochi minuti, giusto per appassirle. Condire con la soia, l'olio e i semi di sesamo. Lasciare sul fuoco ancora un attimo e servire ben caldo.

Disporre sul piatto da portata il petto d'anatra a fette, affiancandolo con il doppio contorno di ravanelli.

Annota bene: il tempo di cottura è indicativo. A me non piace la carne troppo rossa; se voi la gradite, riducete i tempi di permanenza nel forno.

Follow my blog with Bloglovin

6 commenti:

  1. o che meraviglia! io confesso che il petto d'anatra non l'ho mai fatto, ma è parecchio che ci penso. questa me la segno perché è bella assai.
    e i ravanelli, hai ragionissima!
    fra l'altro che le foglie dei ravanelli si mangiassero me l'avevano detto i contadini del G.A.S. da cui mi rifornisco.
    praticamente dell'orto si mangia tutto, d'altronde

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, Gaia, anch'io l'ho scoperto da pochi anni il petto d'anatra arrosto. E' una buona alternativa ad altre carni, specialmente se insaporito dalle spezie. Le foglie dei ravanelli (l'avevo letto anni fa sul Cucchiaio verde e messo in pratica) sono ottime nelle zuppe di verdura. Desmazery da anche una ricetta per un antipasto a base di ravanelli (affettati fini) conditi con salsa verde: chi ci avrebbe mai pensato?
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Cara Eugenia, questa ricetta è veramente da manuale!!
    Bravissima, e poi io adoro i ravanelli, di solito li mangio con solo un po' di sale o nell'insalata, dove ci metto anche le loro foglie, ma voglio provarli con il tuo condimento, devono essere ottimi!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, mi hai dato un'ottima idea: la prossima volta,metto anch'io le foglie di ravanello nell'insalata. grazie!

      Elimina
  3. una ricetta originale degna di una cena importante, grazie Eugenia !Un bacione...

    RispondiElimina
  4. Grazie a te, Chiara. Ho appena letto nel blogroll di spiedini di gamberi con pesto di feta: corro a leggere la ricetta ;)
    A presto!

    RispondiElimina