Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 8 ottobre 2019

Stufato di rana pescatrice alla moda portoghese

Quando siamo in vacanza in Portogallo, nella deliziosa cittadina di Cascais, andiamo spesso a cena in un ristorante del centro storico. E' un locale molto caratteristico, che conserva ancora le pareti di sasso dei vecchi tempi (non a caso il ristorante si chiama Casa Velha-Casa Vecchia) ed e' arredato in stile marinaro, con delle vecchie lampare dipinte di rosso che fungono da lampadari e reti da pesca appese un po' dappertutto. Una delle specialità della casa e' la cataplana de peixe, uno stufato lasciato piuttosto brodoso a base di tante varietà di pesce tagliato in tranci, crostacei e patate, servito nella caratteristica pentola formata da due semisfere tenute chiuse da una molla (gli ingredienti vi vengono disposti a strati e cuociono praticamente al vapore). L'altra sera avevo un filetto di rana pescatrice da utilizzare in qualche modo e mi e' venuta l'idea di fare una replica modesta di questa squisita pietanza. A noi lo stufato e' piaciuto molto e per questo motivo me lo appunto sul blog, prima che la memoria cancelli ogni ricordo.

STUFATO DI RANA PESCATRICE ALLA MODA PORTOGHESE
Ingredienti per 2 persone
350 g circa di filetto di rana pescatrice, spellato e tagliato in 4 pezzi
1/2 cipolla bianca, grande, sbucciata e tagliata ad anelli sottili
1 spicchio d'aglio, sbucciato e spappolato con la lama di un coltello messa di piatto
1/2 foglia di alloro
6 pomodori perini, spellati, privati dei semi e tagliati a filetti
1/2 peperone rosso, spellato, privato dei semi e dei filamenti e tagliato a bastoncini
2 patate piccole (250 g), sbucciate e tagliate in grossi spicchi
80 g di vino bianco secco
olio extravergine
sale
un pizzico di zafferano in polvere
farina di riso (o bianca), per spolverare i filetti

Procedimento
In un tegame dal fondo spesso mettere 2 o 3 d'olio extravergine, la cipolla tagliata ad anelli sottili, l'aglio, i pomodori e l'alloro. Mettere il coperchio e cuocere, a fiamma bassa, per 5 minuti. Unire il peperone e salare. Dare una mescolata, coprire e cuocere altri 5 minuti. Portare a bollore il vino bianco e versarlo sulle verdure, facendolo completamente evaporare. Unire le patate, salarle, unendo circa 200-220 ml di acqua bollente in cui si sarà sciolto lo zafferano. Coprire e cuocere, a fiamma moderata, per 15-20 minuti o fino a quando le patate saranno tenere. Salare su ambo i lati i pezzetti di pesce; spolverarli con pochissima farina e disporli sopra l'intingolo. Cuocere altri 10 minuti, allungando, solo se occorre, con altra-poca-acqua bollente. Servire caldissimo.
Annota bene: nella cataplana de peixe di Casa Velha c'erano tranci di salmone, di rana pescatrice, di cernia e parecchi gamberi.



 La catalana de peixe di Casa Velha (Cascais)
Interni del ristorante Casa Velha


1 commento:

  1. Che bontà! Mi piace moltissimo l'idea del peperone messo in questo stufato.

    RispondiElimina