Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 9 dicembre 2010

Risotto capesante e zenzero con maionese di corallo

Un risotto buono e delicato, in cui il fresco profumo del timo-limone si sposa alla perfezione con la lieve piccantezza dello zenzero e l'acidità dello spumante, sottolineando la dolcezza del mollusco. Un piatto da tenere in considerazione per la cena della Vigilia.





per 2 persone
4 capesante freschissime
160 g di riso Carnaroli
1 pezzo di zenzero, grande quanto una grossa noce
2 cipollotti
due dita di spumante brut
brodo vegetale
timo limone
una noce di burro per mantecare
fior di sale
olio extravergine
succo di limone e di arancia q.b.

Lavare delicatamente le capesante, separarle dal corallo ed asciugarle con della carta da cucina. Mettere il corallo nel bicchiere del minipimer, aggiungere un filo d'olio, frullare fino ad avere la consistenza della maionese. Diluire la salsa con un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaio di succo d'arancia bionda. Tenere da parte al fresco. Grattugiare finemente lo zenzero e tritare altrettanto finemente i cipollotti (solo la parte bianca). Far soffriggere, a calore moderatissimo, i cipollotti e lo zenzero in poco olio extravergine. Unire il riso, tostarlo, sfumare con lo spumante. Portare a cottura aggiungendo, man mano, il brodo bollente. Quando mancheranno 5 minuti a fine cottura, unire al risotto un cucchiaino di foglie di timo-limone fresco e due noci di capasanta tagliate a dadini. Mantecare infine con una noce di burro e tenere in caldo. Scaldare molto bene una padellina antiaderente; farvi scottare brevemente le rimanenti due noci di capasanta lasciate intere, salarle alla fine con un pizzico di fleur de sel. Disporre uno strato di risotto nei piatti; formare una piccola cavita' al centro,dentro la quale si mettera' la maionese di corallo. Adagiarvi sopra la noce di capasanta, decorando con un rametto di timo-limone.



10 commenti:

  1. che bello Eugenia! ne sento il profumo fino da qui! Buonissima giornata
    Dani

    RispondiElimina
  2. Stupendissimo!!!!!!!
    E' da gourmet questo risotto!!!

    Sonia

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia di piatto, veramente da tenere in considerazione x la Vigilia.a presto

    RispondiElimina
  4. che proposta magnifica Eugenia! durante le prossime feste voglio provarlo! un bacione...

    RispondiElimina
  5. assolutamente fantastico questo risotto!!!

    RispondiElimina
  6. Raffinatissimo, ma anche buonissimo risotto Eugenia! Adesso che ho finalmente trovato un fornitore di pesce come si deve, gli chiederò le capesante...
    Buona serata

    RispondiElimina
  7. Stupendo risotto per la vigilia, da provare sicuramente.
    Grazie Eugenia e un bacione.

    RispondiElimina
  8. @Daniela
    Sonia
    Milla
    Chiara
    Tiziana
    Ale
    Germana:
    grazie mille! Adoro le capesante, e questa mi e' sembrata una bella maniera di impiegarle.

    Per Ale: ti dovesse capitare di passare dalle mie parti, ti consiglio il mio fornitore di fiducia: la pescheria del signor Pierino Voto.Ci fanno la spesa tantissimi (e famosi) ristoratori, provenienti da tutto il circondario.Inoltre, il gentilissimo Pierino dispensa sempre tanti consigli e ricette.

    un abbraccio e buona settimana a tutte.

    RispondiElimina
  9. Grazie Eugenia, mi sono salvata il consiglio. La prima volta che passo dalle tue parti gli farò visità!

    RispondiElimina
  10. Specialissimo questo risotto...ed adattissimo alle feste! grande idea!

    RispondiElimina