Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 2 ottobre 2017

Zuppa di ceci, bietoline e merluzzo

A volte capita di acquistare qualche ingrediente in quantità eccessiva e ci si ritrova con un pezzettino di carne o di pesce con cui si devono fare i conti. Nel mio caso, avevo comprato troppo filetto di merluzzo fresco e, dopo averlo cucinato a pranzo, mi ero ritrovata questo bocconcino da impiegare in qualche modo. Sapendo quanto stanno bene i ceci con il merluzzo, ho imbastito questa zuppa davvero gradevole, ottima per riscaldare le prime serate d'autunno.

ZUPPA DI CECI, BIETOLINE E MERLUZZO
Ingredienti per 4 persone
300g di ceci, già lessati
1/2 cipolla, tritata
1 gambo di sedano, tritato
1 piccola carota, tritata
2 cucchiai di olio extravergine di oliva, più un po'
un piccolo mazzetto di bietoline da taglio
brodo vegetale
150g di filetto di merluzzo, fresco
fettine di pane, tostate

Procedimento
Lavare, mondare e tagliare a dadini carota, sedano e cipolla. Farli appassire, in una pentola, con l'olio. Dopo una decina di minuti, aggiungere le bietoline, accuratamente lavate e tagliate a striscette. Far insaporire; salare leggermente e unire i ceci, scolati dall'acqua di governo. Diluire con un litro circa di brodo vegetale e far cuocere per 10 minuti. Regolare di sale. Unire il merluzzo, tagliato a dadini e dare ancora 5 minuti di cottura. Nel frattempo, tostare delle fettine di pane su ambo i lati e irrorarle con del buon olio extravergine di oliva. Servire la minestra accompagnata da un paio di fettine di pane per ogni commensale.

9 commenti:

  1. E hai fatto bene! Deve essere proprio buona!!

    RispondiElimina
  2. ciao eugenia, bel recupero
    (secondo me però anche il titolo dovrebbe riflettere il testo della ricetta, soprattutto dato che tu sei lombarda: alla fine giustamente descrivi il piatto come minestra ma poi usi il toscaneggiante zuppa nel titolo! - a proposito: tu forse già conosci: sto leggendo un gran bel libro sulla cucina Milanese di Marco Guarnaschelli Gotti: ottima cosa, come ogni cosa gastronomica che Gotti scrisse del resto). .... io mi sto buttando sulle cucine piemontesi e meneghine (or ora sto apprestando una charlotte di mele dal Gotti: di fatto una pastafrollona ripiena di mele crude e spezie..)---- procinto viaggetto a Londra? :) hai visto che Ottolenghi ha pubblicato libro sui dolci? ciao, stefano

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, caro Stefano. In effetti, io intendo come zuppa una minestra in cui c'e' del pane inzuppato, come in questo caso, ma forse basterebbe descriverla come minestra. Ora mi vado a leggere qualche dotta disquisizione sul tema. Sai che ti pensavo l'altro giorno e meditavo di suggerirti di dedicarti alla cucina piemontese? Grandissima varietà di piatti e tutti saporosi. Ieri sera suggerivo ai miei cari di fare un giro nel Monferrato in uno dei prossimi week-end. Vorrei tanto tornare in un ristorante che mi era piaciuto assai. Un abbraccio.
    PS niente viaggi a Londra, per ora, ma mai dire mai.

    RispondiElimina
  4. ! mi sa che hai ragione: là dove c'è pane tostato il tutto forse diventa zuppa... :) s

    RispondiElimina
  5. é una zuppa molto gradevole e ci sta proprio bene il merluzzo

    RispondiElimina