Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 7 febbraio 2017

Polpettine di vitello

L'altro giorno, mia figlia mi ha chiesto se per pranzo potevo cucinarle le polpette di vitello che le preparavo quando era ragazzina. Senza stare a guardare la ricetta che avevo pubblicato nove anni fa sul blog, le ho rifatte basandomi sulla memoria ma chiedendomi, in corso d'opera, se l'uovo ci andasse. Bene, non ci andava (e non ci andava nemmeno la scorza di limone), ma il risultato finale e' stato comunque appagante. Semplici e squisite. Per la migliore riuscita, osservare tutti i passaggi non dimenticando di usare il tritacarne (niente scorciatoie con il cutter) ed evitando inutili quanto dannosi risparmi sull'olio extravergine: dev'essere ottimo.

POLPETTINE DI VITELLO 
Ingredienti per 3 persone
400 g di fesa di vitello
scorza grattugiata di 1/2 limone, non trattato
1,5 cucchiai di prezzemolo tritato
1 uovo
sale fino q.b.
pangrattato finissimo (io uso quello di riso)
olio extravergine di oliva

Esecuzione
Passare al tritacarne (munito di disco a fori medi) la fesa di vitello. Unire la scorza di limone, il prezzemolo, il sale e l'uovo. Mescolare intimamente e a lungo con le mani. Formare delle piccole polpette e metterle su di un piatto, facendole rassodare  in frigo per una generosa mezz'ora. Al momento opportuno, passare le polpette nel pangrattato e farle rosolare in abbondante olio extravergine.

11 commenti:

  1. Interessante versione di polpette, il pangrattato di riso è una novità per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Carmine. Il pangrattato di riso e' una mia ormai non recente scoperta. Sara' la sua granulometria finissima, ma trovo che dia una croccantezza eccezionale alle cose impanate.

      Elimina
  2. Amo ogni versione di polpetta!! Queste sono belle profumate!!
    Buona serata Eugenia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Silvia. Come scrive Stefano qui sotto: polpetta forever!

      Elimina
  3. polpetta for ever... dopo molti ripensamenti negli anni io ho modificato le mie ricette e ora nelle polpette non metto più l'uovo, che secondo me le appesantisce troppo, quanto a consistenza: io uso o patata bollita schiacciata o mollica di pane imbevuta nel latte e poi strizzata. fatte anche io settimana scorsa e per coincidenza le rifaccio stasera. anche io vitello, ma poi virato per versione barocca, aggiungendo manzo, bologna, uvette, capperi e parmigiano....
    + io non friggo mai nell'olio extra vergine per ragioni di costo ma soprattutto di gusto: qui non esistono proprio olio extra v oliva leggeri e alla fine preferisco olio di semi... oppure olio di semi e burro...s
    ps:invece nel polpettone l'uovo lo metto.... mi chiedo se anche senza uovo come legante riuscirebbe a mantenersi in forma, senza aprirsi

    ps 2: a volte aggiungo anche della ricotta per dare morbidezza...detto ciò le polpette migliori sono forse come queste tue: carne e basta, con un sospetto di aromi (in una trattoria a milano una volta le assaggiai avvolte nelle rete e poi fritte.... squisitezza... ma qi la rete non si trova facilmente)

    RispondiElimina
  4. Credo che per collocare nel tempo la prima volta che mangiai queste polpette si debba risalire all'inizio degli anni Ottanta. Ricordo che me le preparo' la mia amica Pinuccia e la cosa mi sorprese poiché io, per tradizione famigliare, le polpette impanate le concepivo solo come mondeghili, ossia fatte con la carne cotta. Siccome mi e' sempre rimasto il dubbio se lei ci mettesse l'uovo, quasi quasi le telefono e me lo faccio dire. Chissà' se si ricorda…
    Quanto all'olio, mia mamma ci ha regalato a Natale una bella riserva di squisito e pregiato olio extravergine del Lario (mai regalo fu tanto bene accetto) e con quello ci ho cotto le polpettine. Simply divine!
    PS anche da me la rete non si trova facilmente. Qualche volta la ordino dal macellaio che, tra parentesi, me la fa pagare come se fosse d'oro.

    RispondiElimina
  5. PPS a volte, per legare il polpettone, uso solo un paio di albumi. Per le polpette, in certe occasioni uso anch'io la mollica di pane e il grana, ma le mie preferite rimangono quelle di sola carne, senza troppe aggiunte, in purezza per cosi dire.
    Mi sa che faccio un indice anche per le polpette e i polpettoni. Ne ho davvero tante versioni.

    RispondiElimina
  6. SIII! vai di indice eugenia

    RispondiElimina
  7. una versione squisita , generalmente uso carne mista ma vorrei provare a fare le tue ! un bacione

    RispondiElimina
  8. Come sempre è un piacere venire a leggere le tue ricette anche delle semplici polpette di vitello hanno un bel mix di sapori e si scopre che abbiamo sempre qualcosa da imparare

    RispondiElimina