Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

domenica 16 dicembre 2018

Torta al cioccolato e mandorle (simil Barozzi)

Avevo preparato questo dolce per la prima volta più di dieci anni fa, usando una ricetta pubblicata da AlbertoB sul vecchio forum della rivista La Cucina Italiana, e ricordo che mi fece una buona impressione. Ricette che ne sono tantissime; chi aggiunge all'impasto i fondi di caffè, chi un goccio di liquore Sassolino,  chi usa le mandorle con la buccia… insomma: ogni pasticciera casalinga pensa di possedere le proporzioni auree di questa torta.  Non ho mai assaggiato la Barozzi originale, quella prodotta nella pasticceria Gollini di Vignola in provincia di Modena, quindi non posso fare paragoni, ma garantisco che questa mia versione e' ottima, forse perché mi piacciono molto i dolci dalla consistenza che fonde in bocca. Provatela e sappiatemi dire.


TORTA AL CIOCCOLATO E MANDORLE
(simil Barozzi)

Ingredienti per uno stampo diametro 24 cm
100 g di mandorle spellate
80 g di burro
250 g di cioccolato fondente, tagliato a pezzetti
4 uova
150 g di zucchero
20 ml di rum scuro
1 bustina da 1,7g di caffè liofilizzato
1 cucchiaino raso di caffè macinato

Procedimento 
Accendere il forno, statico, a 180 gradi C.
Mettere le mandorle nel tritatutto e frullare fino a ridurre il tutto in polvere. Per evitare che emettano il loro olio, unire un cucchiaio di zucchero prelevato dalla quantità totale indicata nella ricetta. Riunire in una ciotola il cioccolato a pezzi e il burro e fondere tutto a bagnomaria o nel microonde (500W di potenza per 2 o 3 minuti). Mentre il composto e' ancora caldo, sciogliervi dentro il caffè liofilizzato.  Versare i tuorli in una ciotola capiente. Aggiungere 100 g di zucchero e frullare con lo sbattitore elettrico fino a formare una massa bianca e spumosa. Unire, amalgamando con una spatola flessibile, le mandorle tritate e il mix di cioccolato fuso con il burro, ormai tiepido. Completare con il caffè macinato e il rum. Montare gli albumi con i rimanenti 50g di zucchero, fino ad ottenere una meringa morbida. Incorporarla all'impasto in due o tre riprese, usando sempre la spatola e lavorando con movimenti delicati. Rivestire fondo e pareti dello stampo con un cerchio di carta forno tagliato a misura. Versarci dentro il composto e cuocere per circa 35 minuti (nel mio forno l'ho lasciata esattamente per 37'). Verificare la cottura introducendo uno spiedino di legno al centro del dolce: dovrà uscirne asciutto. Far raffreddare completamente la torta prima di capovolgere lo stampo su un piatto da portata. 

11 commenti:

  1. è una torta da peccato di gola, quanto mi attira!Non so se riuscirò a ripassare per gli auguri, approfitto del momento e ti auguro ogni bene cara Eugenia, Buon Natale !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon Natale di tutto cuore anche a te e a Marco, carissima Chiara.

      Elimina
  2. Una torta che in casa mia piace sempre tantissimo, è da tanto, troppo tempo che non la rifaccio. Devo rimediare! Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, AA. Ogni tanto e' bello rispolverare qualche vecchia ricetta e accorgersi che e' ancora valida al nostro gusto. Un abbraccio.

      Elimina
  3. Penso che sia una delle ricette che più si avvina alla Barozzi che è sempre un piacere gustare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Carmine. Mi dicono che nella Barozzi ci siano anche le arachidi tostate e non ci sia il caffè'. Dovrò andarci di persona, un giorno o l'altro, per esprimere un parere. Buone feste!

      Elimina
  4. Buonissima Eugenia?? Il cioccolato al 70%?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I punti interrogativi non c'entrano niente 😐

      Elimina
    2. Ciao, carissima Giulia. In torte con queste proporzioni (di burro non ce n'e' molto), uso un fondente al 52% di cacao. Mi sembra renda meglio e il dolce abbia un gusto più' rotondo.

      Elimina
  5. Da tantissimo tempo desidero provare la torta Barozzi ma le troppe varianti mi confondono nella scelta. La tua mi sembra ottima e poi tu sei sempre una garanzia. Un abbraccio e tanti auguri di buon Natale.

    RispondiElimina
  6. Un abbraccio e tanti auguri di buon Natale, cara Maria. Grazie.

    RispondiElimina