Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

domenica 15 dicembre 2019

Gamberi fritti con panatura al panko

I gamberi, panati e fritti, sono un piatto un po' ruffiano perché credo che nessuno possa resistere alla loro bontà e, quindi, il cucinarli diventa un'arma vincente per qualsiasi cuoca, anche la meno esperta. Devo dire che l'uso del panko, uno speciale pangrattato di origine giapponese, rende i fritti leggeri e croccanti, grazie alla sua particolare struttura (leggere qui per maggiori informazioni). Un tempo si faticava a trovarlo in commercio, ma oggi lo si vede anche sugli scaffali della grande distribuzione (reparto cibi etnici). 

GAMBERI FRITTI CON PANATURA AL PANKO


Ingredienti per 2 persone (se considerato come pietanza) o 4 persone come antipasto
Per i gamberi
210 g di code di gambero, peso netto, gia' private del carapace e del filo intestinale
40 g di amido di mais
1 cucchiaino di paprika
2 uova medie
50 g di panko (pangrattato giapponese)
sale fino q.b.
olio di semi di arachide

Per la salsa allo yogurt e capperi
1 vasetto (150g) di yogurt greco allo 0% di grassi
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
1/2 spicchio d'aglio, grattugiato
1 cucchiaio di capperi sott'aceto, scolati e grossolanamente tritati
1 punta di cucchiaino di senape in polvere Colman's
2 cucchiaini di aneto, tritato
1 cucchiaino di scorza di limone, grattugiata
sale fino (facoltativo)

Procedimento
Sciacquare velocemente i gamberi e tamponarli con cura in della carta da cucina. Metterli sopra un piatto; salarli leggermente da ambo le parti e lasciarli ad insaporire per 10 minuti. Nel frattempo, preparare su un foglio di carta forno l'amido di mais mescolato con la paprika e, su un altro foglio, il panko. In una ciotolina, rompere le uova e batterle brevemente, con i rebbi di una forchetta, con un pizzico di sale. Prendere un gambero; passarlo nell'amido, scuotendolo per farne scendere l'eccedenza; immergerlo nell'uovo e quindi panarlo nel panko. Proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti. Scaldare in una padella abbondante olio di semi di arachide e friggere i gamberi per circa 3 minuti in totale, rigirandoli a meta' cottura. Scolarli brevemente su della carta da cucina e trasferirli su di un piatto da portata riscaldato. Servire con spicchi di limone e una salsa a piacere. Oggi ho preparato questa:
Salsa allo yogurt e capperi
In una ciotolina, versare lo yogurt e amalgamarlo con un cucchiaino. Unire l'olio, l'aglio, i capperi, la senape, l'aneto e la scorza di limone grattugiata. Mescolare con cura e aggiungere, se lo si desidera, un pizzico di sale. Mettere in frigo fino al momento del servizio.








2 commenti:

  1. Mi piacerebbe proprio tanto alla vigilia, bella la salsa con yogurt greco e capperi

    RispondiElimina
  2. Grazie, Gunther. Non volevo aggiungere maionesi varie e ho puntato sullo yogurt ;-)

    RispondiElimina